Via dei Mille, 1 80121 Napoli (NA) Italy / Via Bergamo, 6 20135 Milano (MI) Italy

Kaspersky Lab Italia

Con Kaspersky a Giffoni si parla di come difendere i più piccoli dal cyber-bullismo

Bambini e sicurezza in Internet, cyberbullismo e rischi delle tecnologie per i più piccoli: Kaspersky Labè protagonista alla 48esima edizione del Giffoni Film Festival. Mille bambini dai 6 ai 10 anni di età – giurati della sezione Elements +6 del Giffoni Film Festival – hanno incontrato nella Sala Lumière Alessandra Venneri, Head of Corporate Communications Italy and South East Europe di Kaspersky Lab a margine della proiezione dello spettacolo “Kasper, Sky e l’Orso Verde”, opera prodotta da Kaspersky Lab e realizzata dalla compagnia di giovani talenti diretta da Mitzi Amoroso che racconta le avventure del giovane Kasper e della sua amica Sky, aiutati dal magico orso verde Kuma a scoprire le principali regole di sicurezza per esplorare il mondo digitale senza correre pericoli.

Il testo intende invitare gli utenti più giovani ad aprirsi con genitori e insegnanti e a non nascondere le minacce incontrate online o le offese dei bulli, che siano nel mondo reale o in rete. La visione dello spettacolo “Kasper, Sky e l’Orso verde” è il punto di partenza di un progetto più ampio: durante tutto il festival la squadra di giovani talenti del Giffoni Dream Team – nell’ambito della rassegna di innovazione Next Generation organizzata da Giffoni Innovation Hub – svilupperà insieme al team di Kaspersky Lab una piattaforma web video-ludica-esperienziale sulla navigazione sicura, il bullismo e cyberbullismo dedicata ai bambini delle scuole primarie italiane.

Kaspersky Lab – spiega Alessandra Venneri – è da sempre attiva nella sensibilizzazione di grandi e piccini contro il cyberbullismo e l’uso sicuro di Internet. Il coinvolgimento del Dream Team ha proprio l’obiettivo di realizzare una piattaforma web video/ludico/esperienziale sulla navigazione sicura che con Giffoni porteremo nelle scuole. Sappiamo che per molti genitori internet può rappresentare una preoccupazione, ma oggigiorno il web e i social media sono diventati una parte importante anche della vita dei più piccoli. Per aiutare i nostri figli ad affrontare le numerose informazioni indesiderate che possono incontrare online dovremmo parlarne più spesso e insegnar loro come proteggersi e come comportarsi in caso di incidenti”.

Leave a comment