Via dei Mille, 1 80121 Napoli (NA) Italy / Via Bergamo, 6 20135 Milano (MI) Italy

Dreamers al servizio di Telethon, ecco il progetto raccontato da Flavia Balboni

La creatività e il talento del Dream Team di Giffoni Innovation Hub al servizio di Telethon per sviluppare un’idea che possa cambiare in meglio la vita di chi è affetto da malattie genetiche rare. Dopo aver seguito i Dreamers nelle prime due giornate di lavoro, Flavia Balboni (nella foto a sinistra), project manager Telethon racconta in che modo le esigenze della nota organizzazione no profit si incrociano con le capacità del Dream team.

Noi facciamo quotidianamente un lavoro di ricerca scientifica e di sensibilizzazione sulle malattie genetiche – spiega – Grazie ad un protocollo che ci vede protagonisti con il Miur, da anni abbiamo la possibilità di lavorare nelle scuole perseguendo due obiettivi. Il primo è quello di promuovere, con i bambini, l’inclusione e il rispetto dell’altro, il secondo è raccontare ai giovani come deve essere fatta la ricerca”.

La missione di Telethon è, quindi, quella di educare all’empatia i più piccoli e appassionare alla ricerca i giovani?
“Si. Ci interessa molto riuscire a trasmettere ai più piccoli i sentimenti di rispetto e solidarietà sperando che diventino parte integrante del loro bagaglio culturale. La capacità di indossare i panni altrui affinché non lascino nessuno solo o indietro“.

Qual è la richiesta di Telethon al Dream team?
Al gruppo, che si chiama Telethon Team, abbiamo chiesto di elaborare un’idea agile, molto economica, che sia semplice da utilizzare. Cosa prova ogni giorno un bambino con disabilità? Quali difficoltà incontra? Queste sono le domande a cui devono rispondere per vincere la sfida della creatività. Inoltre devono riuscire a rispettare il racconto delle persone con disabilità mantenendone intatta la dignità evitando di scadere, per esempio, nel pietismo“.

Telethon e Giffoni tra presente e futuro, cosa pensa?
Ci sono diversi elementi dei due brand che potrebbero intrecciarsi e dar vita ad esperienze molto belle. Vediamo cosa succederà“.

Loredana Lerose

Post Correlati

Leave a comment